HOME********** NEWS********** ABOUT********** GALLERY

23 marzo, 2007

Una risata contro l'intolleranza...

©-Bruno Olivieri Così titolava oggi La Repubblica.it nell'annunciare la decisione del Tribunale francese che ha assolto Philippe Val, direttore della rivista di satira Charlie Hebdo reo di aver pubblicato le famose dodici vignette danesi, che tanto hanno fatto infuriare i musulmani di mezzo mondo, più altre indite realizzate da alcuni autori francesi.

"Si può ridere e sorridere di sé senza perdere la profondità della propria fede", afferma Philippe Val ai giornalisti. Nel dichiararmi assolutamente daccordo con lui, vi rimando alla lettura dell'intero articolo del quotidiano on line, che potrete trovare cliccando >QUI!<

Buona lettura... ed ogni tanto, nella vita fatevi una bella risata; non risolve, ma aiuta!

18 commenti:

comiz ha detto...

Certo ridiamo ma non smettiamo di interrogarci sulle ragioni di queste accuse, magari ridendoci anche sopra ma con cognizione di causa, soprattutto di "causa", capisci a me fratello!

Bruno ha detto...

@Comiz> Mah, le ragioni alla fine sono sempre le stesse e tra queste c'è come al solito, il desiderio di qualcuno di trovare un pretesto per smuovere le masse e far leva sulla loro fede religiosa. E questo, credo che si un metodo trasversale di tutte le religioni del pianeta.
Capisc'amme, brother!
;-)

LaPix ha detto...

Beh per evitare di essere bersaglio della satira non c'é che una cosa: non sparare c....te!!!! Ma vuoi privare gli italiani del loro sport nazionale? Come si fa a restare imperturbabili di fronte alle mastellate, berlusconate,gasparrate e chi ne ha più ne metta...? Per forza che ti scappa la vignetta..

@Bruno: concordo con te, e aggiungo che tutti gli autoritarismi ideologici e religiosi si basano sempre su una totale mancanza di autocritica, sul quale basano il loro potere da secoli...

W LA SATIRA! (quella vera, ovviamente, non quella del Bagaglino...) :-)

Bruno ha detto...

@La Pix> E' vero: "W la Satira" e abbasso le bagaglinate e, aggiungo, anche le varie forattinate. Purtroppo, in Italia le occasioni di per fare satira al di fuori dei soliti canali ufficiali, sono sempre meno. L'epoca del "Male" e di "Cuore" sembra lontana anni luce, ofuscata da successivi blandi tentativi di improbabili emulazioni, talvolta caratterizzate da singolare spirito bipartizan.
Peccato, la satira è uno dei grandi patrimoni del nostro paese e forse proprio per questo, come tutti gli altri patrimoni, non ha tutta l'attenzione che meriterebbe.

comiz ha detto...

Poi quando ai grandi comici e vignettisti italiani si sostituisce il nostro ex presidente del consiglio, vuole dire che siamo veramente messi peggio...

Bruno ha detto...

@Comiz> Quello della comicità involontaria, è un'altra cosa. In effetti, il fenomeno tende a scaricare la pistola in mano agli autori di satira togliendogli elementi validi per fare satira contro i vari personaggi, che già se la fanno da sé.
In passato in Francia, la satira ha fatto addirittutra cadere dei Governi. In Italia, invece, i politici stessi ti chiedono l'originale della vignetta per appenderselo al muro e bullarsi con gli amici.
Tutto questo, mi sa' tanto di atteggiamento gattopardiano, ahimè.

Niccolò ha detto...

Ciao Mio caro,
allora non ci si vede a Napoli?
Peccato, avevo già fatto l'idea di tornare a quel ristorante ed al Bar dove non si paga.
Grrr.
Un sentito e affettuoso saluto amico mio.

Bruno ha detto...

@Niccolò> Ciao caro Niccolò! Spero davvero di riuscire ad andarci, a Napoli. Fino a metà aprile sarò incasinatissimo e spero, una volta libero, di poter trovare una sistemazione adeguata, oltre ai biglietti aerei.
Per tentare "l'impresa" del Bar, bisognerebbe portarsi appresso anche l'ineffabile smoky, grande ispiratore della stessa, per poter sperare in una riuscita! ;-)))

comiz ha detto...

come vi muovereste se decideste all'ultimo di andare a napoli?
se andate è possibile aggregarsi per quanto riguarda il vitto e l'alloggio?

Pic

Bruno ha detto...

@Comiz> Beh, noi da L'isla bonita de Cerdeña, possiamo muoverci solamente in aereo o, se abbiamo fatto qualcosa di veramente brutto alla società, in traghetto Tirrenia. Per l'aggregaggio non avrei nulla in contrario (credo che come consuetudine, si tratterà del solito alberghetto tanto caro al via-vai di nigeriane allegre), il problema è che in questo momento nella mia mente si prefigura il vuoto assoluto, in merito alla decisione di andarci o meno. Vedremo più in là; vi terrò informati. ;-)))

comiz ha detto...

se, se. Di la verità ci snobbi e non vuoi avere più nulla a che fare con noi... va bene, me la lego al dito.

Bruno ha detto...

@Comiz> A mia discolpa, posso dirti che scegliere tra le nigeriane allegre e voi, è una bella lotta!
:-)))))

M@Mi ha detto...

:°D Grandioso.... perfetto come Burns...
M@

Bruno ha detto...

@M@mi> Benvenuta da queste parti. In effetti, la mia citazione non è casuale. Sto cercando chi, tra i vari cardinali, possa essere il suo Smithers, sia di aspetto che di fatto.
:-)))

comiz ha detto...

@bruno> Ah! ah! ah! :-) pazza, credi veramente che quelle smorfiose possano fare breccia nel tuo cuoricione??? guarda che le grafio tutte!!

M@Mi ha detto...

:°D
M@

Virgy ha detto...

Love your comic this guy look like a Simpson character ;)

Bruno ha detto...

@Virgy> Yes, this guy (he's the Pope) look like Mr. Burns by The Simpson character! :-))