HOME********** NEWS********** ABOUT********** GALLERY

07 settembre, 2007

Il primo che ride, lo uccido!

© - Bruno OlivieriL'audace guitar hero che vedete riprodotto nella foto accanto, sono io. Il misfatto risale al settembre del 1990, esattamente diciassette anni fa, all'epoca nella quale suonavo con gli Oklahoma.
Pregasi notare, oltre la Fender Stratocaster bianca della quale andavo e vado orgoglioso, l'assenza del plettro e la presenza del polsino, due cose che mi facevano sentire più vicino allo stile di Mark Knopfler, mio idolo dell'epoca.
Per la verità, ci sarebbero da notare anche il singolare paio di pantaloni che abbastanza spavaldamente ostentavo, per i quali vi rimando al titolo di questo post e gli occhiali da sole inforcati nonostate l'oscurità (look attentamente pianificato).
Dopo circa sei anni di esibizioni nelle varie piazze della mia regione, quella fu l'ultima volta che salii su un palco, infatti dopo qualche settimana lasciai il gruppo per fare piccole esperienze come turnista in sala di incisione e per esibirmi in vari locali dell'hinterland. Oggi, di tanto in tanto, suono solamente tra le mura di casa mia e gli Oklahoma non esistono più. Ma non credo che il rock e la musica in generale, abbiano mai sentito davvero la mia e la loro mancanza.

22 commenti:

foolys ha detto...

voglio le registrazioni!!!!!!!!!!!!!!!

smoky man ha detto...

sapevo di queste tue passate perversioni e sono contento che cmq sia guarito. Per te e... per le nostre orecchie ;)

smok!

Bruno ha detto...

@Foolys> Quelle esistono, da qualche parte. E non è detto che prima o poi non mi decida a renderle pubbliche. Più che una promessa, è una minaccia! :-)))


@Smoky Man> So dove abiti, potresti correre il rischio di trovarmi sotto casa tua, ad intonare una serenata a squarciagola! :-))

Marco ha detto...

Wow!
Mitico Bruno!!!
Ho deciso, in un modo o nell'altro riuscirò a stampare quella foto in formato poster e ad appendermela in camera! :)

Max ha detto...

Ci hai preso gusto a fare l'illustratore su Linus ;-)

Bruno ha detto...

@Marco> Ciao, Marco! E' un piacere risentirti. Stampala pure, l'appenderai al muro assieme a tutte le altre mie gigantografie che decorano la tua stanza! Spero che i pantaloni della foto facciano pendant con il colore dell'intonaco! :-D


@Max> E' già uscito il numero di settembre? Debbo correre in edicola, allora!
:-))

lele corvi ha detto...

IN DUE USAVANO UNA STRATOCASTER BIANCA... UNO ERA QUESTO : http://www.rolfmackowiak.de/images/hendrix-jimi_live-at-woodstock-front.jpg

Bruno ha detto...

@Lele Corvi> In effetti, se non fosse per il fatto che lui era mancino ed aveva la pelle nera, per il resto sarebbe stato difficile riuscire a capire chi fosse l'uno e chi fosse l'altro!
;-D

Luigi Serra ha detto...

Sei un uomo dai mille talenti... Per caso sai fare anche le imitazioni o i giochi di prestigio? :-)

foolys ha detto...

le attendo!

Bruno ha detto...

@Luigi Serra> Una volta ho provato a far sparire un portafoglio, ma mi hanno cuccato subito! :-)))


@Foolys> Chissà, potrei mettere davvero in atto la minaccia! :-D

Luc ha detto...

che uomo dal multiforme ingegno !!! mitico !!! ;^)
ps : cmq io oggi mi son risentito l'ottimo Knopfler in "sailing to philadelphia"

Bruno ha detto...

@Luc> Più che altro, a giudicare dalla mia corporatura odierna, direi solo multiforme!
Ottimo album, Sailing to Philadelphia.
;-))

mauro cao ha detto...

Oè grande Bruno tutto a posto, non ho fatto le ferie perchè sto facendo un altra graphic novel, lunga e quindi niente tempo, ma mi sono riposato.
Oh spero di vederti presto, a sto punto penso a Lucca, verrai vero?

Bruno ha detto...

@Mauro Cao> Ciao, Mauro. Sono contento per te, aspetto con ansia di vedere il frutto del tuo lavoro.
Per Lucca spero proprio di esserci, ma al momento per me è prematuro fare previsioni. In bocca al lupo per tutto, quindi.
:-))

efisio ha detto...

Giuro di aver visto lo stesso modello di pantaloni indossato da Mark Knopfler, per cui massima serietà. Wow! Hai una signora o signorina? fender da coccolare niente male! Dai Bruno, una bella accordatura aperta,un bottleneck che glissa un "bluesaccio" e su 6 corde si torna indietro nel tempo.

Ciao Efs. P.S. Hai ragione, i tatuaggi di Jorma meitavano almeno un paio di P.P.P. Thank U 4 the post.

Bruno ha detto...

@Efisio> Si, è vero. A volte costa così poco sognare. Why not?
;-)

francesca ha detto...

:)

gud ha detto...

ah ah ah

Bruno ha detto...

@Francesca> Hai riso? di' la verità... hai riso?
;-)


@Gud> Tu hai riso, è sicuro... tu hai riso! Ritieniti ucciso!
;-))

francesca ha detto...

sì ho riso un pochetto :)
un riso affettuoso ovviamente :)
ciao e sempre complimenti per le belle cose che fai.

Bruno ha detto...

@Francesca> Thanks! ;-D